Brexit o non Brexit?

Giornali e politici europei si esprimono sul prossimo referendum nel Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, ma a mio parere nessuno o quasi pone la questione fondamentale: omogeneizzazione delle tassazioni su capitali, rendite e transazioni finanziarie.

Senza una parificazione di questo tipo di imposte, la globalizzazione non è altro che un enorme palo su cui immolare la gran parte della popolazione del mondo, salvando e proteggendo solo quel 25% che detiene il 95% dei capitali mondiali, o forse sarebbe più giusto dire: per salvaguardare solo gli interessi di quelle 85 persone che detengono il 50% della ricchezza mondiale.

Allora gli inglesi dovrebbero rendersi conto che il grande numero di paradisi fiscali che sta sotto l’ombrello della corona altro non è per loro e per noi tutti che come un gran numero di vermi intestinali che fanno gonfiare il ventre del bambino facendolo apparire come sazio, in realtà sfruttandolo e impedendogli di crescere armonicamente.

Naturalmente non è che i politici europei, o del resto del mondo, facciano molto per spingere la Gran Bretagna a risolvere il problema, così come nulla, o pochissimo, hanno fatto per porre argini e limiti alle operazioni degli altri paradisi fiscali, in quanto in quelle cassaforti al riparo dalle elezioni perdute o perdibili molti di loro hanno accumulato capitali più o meno legali.

Le multinazionali, i cui amministratori trattano da pari a pari con ministri e capi di governo, giocano destramente con le diverse aliquote dei vari paesi spostando le attività e le passività dove più conviene, fanno balenare di fronte al Primo Ministro del momento le cifre di investimenti futuribili, come panni rossi di fronte al toro, così lo convincono a caricare a testa bassa diritti e garanzie dei lavoratori, conquiste costate spesso non solo sudore, ma sangue di intere generazioni, vengono così spazzate via in nome della “flessibilità”, della competitività e della globalizzazione.

Bisogna cominciare a trattare i paradisi fiscali e i paesi che li ospitano o li proteggono per quello che effettivamente sono: complici delle organizzazioni criminali di narcotrafficanti, complici di terroristi delle più diverse matrici (religiose, etniche, politiche ed economiche).

 

 

Annunci

Informazioni su bernardodaleppo

Sempre a casa mia, sempre fuori posto.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...