Come defecare in natura.

Questo post di Oggiscienza mi ha fatto tornare alla mente un paio di episodi recentemente occorsimi durante escursioni in montagna che avevo rimosso, a quanto pare un numero sempre maggiore di persone affronta la natura senza la minima preparazione come dire… di “bon ton” escursionistico? di educazione boschiva? insomma i neo-escursionisti cagano dove capita!

Voglio allora dare qualche semplice istruzione, che per i più spero siano ovvietà, a chi si accinge a passare giornate lontano dai” servizi” di case, alberghi, bar e rifugi.

1. Dotarsi sempre di carta igenica o fazzoletti anche per gite di poche ore (una semplice bibita fredda a volte può causare irrefrenabili scariche), meglio avere anche fazzolettini detergenti.

2. Allontanarsi dal sentiero, (ma non lungo una diramazione!) almeno di una decina di metri, controllare la vegetazione e se il caso calpestare e strofinare le scarpe per appiattire le erbe, onde evitare di venire a contatto con le proprie parti intime con ortiche o zecche o altro, se si ha a disposizione un attrezzo (anche di fortuna ad es. un ramo) e il terreno lo consente, scavare una fossetta di una decina di cm di profondità con un raggio di almeno 25-30, in caso contrario dopo avere deposto accostarci le carte di pulizia e accumularci sopra alternatamente pietre o rami e terriccio o foglie, in modo che le feci siano fuori portata di insetti volanti e anche chi dovesse posarci sopra le scarpe non ci affondi facilmente.

3. Anche per le urine è opportuno spostarsi dal sentiero ed evitare di irrorare cespugli e piante in quanto spesso i boschi sono frequentati con frequenza tale da non consentire alle piante bagnate di asciugarsi. Alle donne, oltre alle precauzioni gà esposte sopra  per la scelta del terreno con riguardo alle erbe, visto che, normalmente, si asciugano con carta igenica o fazzolettini, si raccomanda di portarsi dietro un sacchettino di plastica, o simile, per contenerli e depositarli nei cestinini e non invece abbandonare i fazzolettini in natura, altrimenti provvedere al loro seppellimento, onde almeno toglierli alla vista.

4. In caso di emergenza evitare di utilizzare, per pulirsi, le foglie di fico, oltre a essere ruvide possono essere irritanti, tiglio, gelso e castagno sono inveceabbastanza indicate, le altre sono generalmente troppo piccole, salvo forse il ciliegio, riguardo alle erbe diffidare di tutte quelle che dal picciolo della foglia staccata stillino lattiche bianco o, peggio, giallo, le mucose sono delicate! In tutti i casi guardiamole bene! Le zecche stanno in attesa proprio di tenera pelle cui attaccarsi, le foglie di piante acquatiche possono nascondere sanguisughe, quindi in ogni caso esaminiamo quanto accostiamo al posteriore come se dovessimo metterlo in bocca.

5. Se si è in località di particolare pregio ambientale o ecosistemi particolarmente delicati come ad es. le grotte è indispensabile provvedersi, prima di recarcisi, di carta da giornale e di vari sacchetti in modo da deporre le proprie fatte sui giornali, che in parte ne assorbiranno la fase umida e poi chiuderli in un paio di sacchetti e riportarli al di fuori di tali ambienti, per deporli in luogo idoneo.

Secondo la Scuola Medica Salernitana (forse): “Defecatio matutina bona tamquam medicina. Defecatio meridiana neque bona neque sana. Defecatio vespertina ducit hominem ad ruinam – La defecazione mattutina fa bene quanto una medicina. La defecazione pomeridiana non è nè buona nè sana. La defecazione serale conduce l’uomo alla rovina.” La mia esperienza mi conduce a considerazioni diverse: se la dieta è sana, tanto introduco tanto produco. Quindi se vi secca farla in giro, provate a mangiare meno, sarete più leggeri! 8-))


Annunci

Informazioni su bernardodaleppo

Sempre a casa mia, sempre fuori posto.
Questa voce è stata pubblicata in Salute e Benessere. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...