L’ultima estate.

Pioggia di linfa zuccherina sotto i tigli malati

sulla mia faccia stanca i tuoi ultimi baci.

Io che per nulla sorrido

soffrivo la tua espressione angustiata.

Da mesi ti sentivo felice

soltanto quand’ero lontano.

In fine sono sereno,

posato lo zaino delle tue scontentezze,

ora viaggio leggero.

Specchiammo le nostre nevrosi,

e le amplificammo.

Ho smesso di fumare

e bevo meno.

Chissà forse ora anche tu

dormi di meno.

Volemmo farci taumaturghi delle anime

l’uno dell’altro, e invece

non facemmo che caricarci un basto

che non era il nostro

e piano ci sfiancammo.

Avremmo potuto rivolgerci a un esperto,

ma nessuno è insostituibile,

per quanto unico.

Così ora facciamo vela 

per nuovi porti,

nuove ansie e nuovi amori.

 

 

Milano  giugno 1997

Annunci

Informazioni su bernardodaleppo

Sempre a casa mia, sempre fuori posto.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...