La bilancia del Luna Park

Voglio dare pubblicità a questa poesia di una poetessa che, pur avendo una produzione limitata, merita un riconoscimento, sia per la forma, sia per la sua crociata per ridare dignità alla ciccia e contro l’anoressia. Il suo pseudonimo è Crunch e la trovate su "storydrawer.org"

La bilancia del Luna Park

La bilancia: Ti aspetto!
È tetragona al riso,
se lo fa, mi schernisce,
ne sortisce un biglietto,
rosso, verde o violetto,
che dichiara il mio peso,
in Bodoni grassetto.
Lo accartoccio e lo getto.
Io? Tigelle e pancetta!
Amore mio goloso,
rido, e ho le fossette,
la tua lingua saetta,
dinamica e perfetta,
si allenta la mia stretta,
e ne sortisce un fiotto,
ora, respira, sali!
Prendimi forte i lombi…
Ora, tienimi stretta
e sali, senza fretta,
oh, se tu mi accudisci,
io son per te perfetta,
ma quel che mi stupisce:
io son per ME perfetta.

Milano 3 Novembre 2008

Annunci

Informazioni su bernardodaleppo

Sempre a casa mia, sempre fuori posto.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...